Libri

Sono sempre io - recensione

15:20

Chi conosce Louisa Clark di Io prima di te, saprà già quanto risulti amabile al lettore per la sua spontaneità, per la fiducia che riesce a trasmettere anche agli sconosciuti, per la sua voglia di fare e di aiutare il prossimo con qualsiasi mezzo a sua disposizione.
Il cammino di Louisa è iniziato nel primo romanzo di Jojo Moyes con un'esperienza d'amore profonda e al contempo traumatica: abbiamo pianto tutti di fronte alla scelta di Will! Ma nel secondo romanzo la ripresa della protagonista era avvenuta in modo graduale, drammatico e dolce, soprattutto grazie all'amore di Sam.
L'ultimo libro, intitolato Sono sempre io, vede dunque Louisa varcare nuove sponde, verso la frenetica città di New York nella quale affronterà con non poche difficoltà realtà diverse e certamente necessarie per farle capire chi sia davvero.

Prezzo cartaceo €19 / Prezzo epub € 9,99


Le sue esperienze nella nuova città non saranno certo del tutto positive:

Volevo fare bene il mio lavoro. Volevo sfruttare al massimo il periodo che avrei trascorso a New York, al servizio di quelle persone meravigliose. Volevo succhiare fino all'osso ogni giorno, come avrebbe fatto Will. 

Forse per la prima da quando ero arrivata a New York, avrei voluto non essere mai partita. Indossavo ancora i vestiti della sera prima, stropicciati e maleodoranti, e questo mi faceva stare ancora peggio. [...] Intano a Manhattan la vita continuava a scorrere, indifferente, frenetica, ignorando i detriti che si accumulavano nella grondaia. "Che cosa devo fare, Will?" pensai, sentendo un enorme groppo chiudermi la gola.

Will non cesserà mai di essere tra i suoi pensieri, ma soprattutto sarà ancora una volta lui a fare capire il senso della vita e a farle abbracciare la sua con gioia senza scoraggiarsi mai. Louisa dovrà affrontare due delle delusioni più amare, dopo quella della morte di Will, ma sarà la forza di lui, attraverso le lettere che un tempo Will aveva mandato alla madre, ad essere ancora una volta la sua ancora alla vita.

Pensai al fatto che per qualsiasi cosa una donna desiderasse fare nella propria vita sembrava esserci un alto prezzo da pagare, a meno che non si limitasse a mirare basso. Ma questo lo sapevo già, non è vero? La scelta di venire qui mi era costata cara. Spesso, nel cuore della notte, mi capitava di evocare la voce di Will che mi esortava a non essere ridicola e malinconica e a riflettere piuttosto su tutti gli obiettivi che avevo raggiunto.

Ad incrinarsi sarà la relazione con Sam a causa della distanza e dalle diverse esperienze: lui la vede in maniera diversa per il modo in cui è riuscita ad adattarsi alla nuova città e alla nuova vita e Louisa dovrà convincerlo di essere sempre la stessa.

Provai l'istinto di mettermi sulla difensiva. <<Sono sempre io.>>

Tirando le somme, Io prima di te non potrebbe avere un vero significato senza gli altri due romanzi perché il cuore della vicenda non è la storia d'amore tra la protagonista e Will, ma Louisa stessa che rappresenta una donna che porta sofferenza e delusione dentro di sé ma che non si arrende mai nonostante tutto. Rappresenta un qualsiasi uomo che abbia perso una persona cara con dure conseguenze, ma portandolo ancora nel cuore riesce a sentirne consigli, moniti e desideri che quella persona vorrebbe che tu realizzassi. Will, dunque, è la forza di Louisa. Senza di lui lei non avrebbe mai ritrovato se stessa e avrebbe vissuto sempre all'ombra degli altri.



Ringraziamo infinitamente la casa editrice Mondadori per averci inviato il libro in ebook e averci consentito di esprimere la nostra opinione in proposito.
Dire di più significherebbe rovinare a chiunque la lettura, ma vi assicuriamo che vale la pena leggere tutta la trilogia!

You Might Also Like

6 commenti

  1. Ho visto il film ed è stato bellissimo, mi piace l’attrice e la tua descrizione mi ha incuriosito penso proprio che leggeró tutta la trilogia.

    RispondiElimina
  2. Mi avete dato un'ottimo spunto per la mia prossima lettura, devo dire che mi avete proprio fatto venir voglia di leggerlo :)

    RispondiElimina
  3. Non ho visto il film,ma sono curiosa di leggere i libri, mi piace molto lo stile, grazie per l'input, i leggerò sicuramente

    RispondiElimina
  4. Mi piace molto la trama di questo libro.... Grazie per il suggerimento

    RispondiElimina
  5. In effetti hai ragione, bisogna leggere tutti e 3 i libri per riuscire a comprendere bene tutta la storia anche dal punto di vista umano e psicologico.

    RispondiElimina
  6. Questa settimana causa trasloco sarò senza Internet: bene, mi sa che andrò in libreria per comprarmelo perché questa recensione mi ha fatta incuriosire!

    RispondiElimina