Lifestyle

Mario Caciotti - un pittore energico

17:29


Esistono da sempre uomini capaci di vedere al di là della materialità del mondo, trasportando ciò che non solo gli occhi ma anche la mente vede di fronte a sé. Loro sono gli artisti, quelli che studiamo nei libri d'arte e i cui quadri troviamo oggi appesi in musei e gallerie.
Oggi vi parliamo di uno di loro, un po' meno conosciuto rispetto ai grandi mastri dei volumi scolastici: il suo nome è Mario Caciotti, un pittore del nostro tempo che ha compreso l'importanza di coltivare la propria passione per tutta la vita.


Tetti rossi a Settimello 1985, Olio su cartone

La sua arte è stata, spesso, definita come "espressionista" a causa delle sue pennellata dense e forti con colori sempre molto accesi per descrivere i suoi soggetti principali, quali i ritratti di gente comune, spesso disagiata, i paesaggi toscani a lui ben noti, i soggetti sacri e le bestie feroci.
Ciò che gli importa è raccontarne la cruda umanità senza filtri, l'umiltà della vita e della natura con toni energici per esprimere tutte le emozioni e la vitalità che possono trovarsi solo nella realtà!
A suo dire, la pittura "nasce in velocità".

Giuliano che riposa 1989, Olio su cartone
Natura morta con fiori e frutta 1960, Olio su cartone


Certamente per quanti conoscono bene l'arte riconosceranno in lui determinate influenze, ma è chiaro che ogni personalità reinventa un linguaggio e lo fa proprio attraverso l'obiettivo che si pone di trasmettere. Ecco perché ogni pittore, come Mario Caciotti in questo caso, è sempre unico in se stesso!

Campi di girasoli dall'autostrada 1986, Olio su cartone

Vaso con foglie di magnolia 1962, Olio su cartone


Visitate il sito dell'artista per conoscere tutte le sue opere e per saperne di più.

Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. 
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. 
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista. 
(San Francesco d’Assisi)

You Might Also Like

3 commenti

  1. Anche io non lo conoscevo bell’articolo:)

    RispondiElimina
  2. Mancano blog come il tuo, dedicati all’arte e alla letteratura! Complimenti
    Bellissimi articoli

    RispondiElimina