Libri

Ricettario amoroso di una pasticcera in fuga - recensione

15:02

Quando fuori piove e dentro sei triste o fai l’amore o fai la torta di mele

In giro per il web abbiamo trovato questo motto, con cui ci si può trovare d'accordo o meno, e ci è venuta subito in mente Olivia Rawlings. Di chi stiamo parlando? Lei è la protagonista del romanzo "Ricettario amoroso di una pasticcera in fuga", scritto da Louise Miller ed edito da Sonzogno.

Ecco la nostra torta di mele: la ricetta è diversa da quella di Margaret, ma potete trovare la sua alla fine del romanzo!


Olivia, detta Livvy, vive a Boston dove lavora in un club rinomato come pasticcera. Ma lei non è proprio quella che si definirebbe una ragazza tranquilla, al contrario ama la stravaganza, l'avventura, le relazioni sbagliate e i dolci naturalmente. A causa di un incidente, che la porta nello sperduto e isolato paesino di Guthrie nel Vermont, scoprirà che la vita può essere del tutto differente in un luogo dove tutti si conoscono da sempre e sanno ogni cosa dell'altro. La compagnia di Salty, il suo inseparabile cane, sarà fondamentale nei momenti più incerti e bui della sua vita.

Il romanzo si concentra, dunque, sulla storia di Livvy, una giovane donna sulla trentina, che non ha ancora intenzione di cercare una relazione seria o di diventare completamente adulta. È un Peter Pan che gioca a colorare i propri capelli di colori diversi in base all'umore, è una donna con una sola certezza nella vita, i dolci. Sono i dolci a scandire la sua vita, le sue ore, il suo umore ed è in cucina che riesce a dimenticare i problemi e tutto il resto.
E certamente la passione dei dolci l'ha ereditata da, Louise, non solo autrice del romanzo, ma anche pasticcera e blogger!

Livvy, però, si accorgerà di diventare pian piano e grazie alle persone che incontrerà sulla sua strada Olivia, una donna matura e responsabile di se stessa e della propria vita, mantenendo, però quel tocco di giovinezza, che non guasta mai.

Una delle persone più importanti per lei sarà l'anziano Henry, capofamiglia dei McCracken ,che sarà come un padre, insegnandole anche a suonare il suo vecchio dulcimer.


D’un tratto gli occhi mi si riempirono di lacrime al pensiero di Henry che incideva cuori nella cassa del dulcimer e levigava il legno fino a renderlo liscio e lucido. Anche se non avevo conosciuto il peso di una famiglia numerosa, avevo il sospetto che certe cose si imparassero solo crescendo con genitori il cui l’amore era una presenza attiva, viva.

Sarà lui, insieme alla moglie Dotty, ai loro figli e ad altri amici a farle vedere la vita in modo diverso e a farle trovare la sua strada.

«Sai quella scena di Dickens in cui il bambino sbircia nella panetteria con la faccia premuta contro la vetrina?»
«È in Oliver Twist.»
«Esatto. Il bambino muore dalla voglia di mangiare uno di quei dolci. Sarebbe disposto a fare qualsiasi cosa. È così che mi sento da quando è morto mio padre.»
«Come se volessi un dolce?» chiese lui. «È per questo che sei diventata una pasticciera?»
«Come se fossi fuori, fuori da tutto. E il tempo che ho passato all’Emerson mi ha fatto sentire così ancora di più. Volevo darci un taglio.»


Alfred, ad esempio, è uno di quegli amici incontrati alla locanda, un uomo sempre disponibile ad aiutarla in ogni circostanza, anche semplicemente facendola ridere.

Scesi i gradini e presi Alfred a braccetto. <<Avrei scommesso che ti saresti presentato con una di quelle magliette con lo smoking disegnato>> dissi mentre Al mi posava delicatamente una mano sul fianco. Il valzer cominciò.

Entrando da Tezenis non  abbiamo potuto fare a meno di sorridere e fotografare questa maglietta,
 perfettamente aderente alla descrizione di Livvy! 
Da non dimenticare certamente è la proprietaria della locanda Sugar Maple del piccolo paesino di Guthrie, in cui Livvy verrà assunta, Margaret: una donna fredda e severa, resa tale dagli eventi che le hanno segnato la vita, ma che non riuscirà a fare a meno di farsi influenzare dalla vitalità di Olivia.

Lo stile narrativo è molto scorrevole e fluido, segnato da similitudini a carattere culinario, che rendono perfettamente l'idea che la narratrice sia, proprio come la protagonista, una pasticcera. Per di più le bellissime descrizioni paesaggistiche inserite nel romanzo lo avvolgono in un'atmosfera familiare e domestica, che permette di immergersi nella natura di un piccolo paesino non toccato dai rumori delle grandi metropoli, un luogo quasi idilliaco da cui, una volta incantati, non si può più andare via.

Siamo davvero contente di aver ricevuto questo romanzo in collaborazione con la casa editrice Sonzogno, che ringraziamo moltissimo. Consigliamo davvero a tutti la lettura di questa bella favola, che in fondo non è altro che la vita vera.

"Bisogna sempre fare tutto il possibile per rendere la vita più dolce."

Questo prodotto ci è stato inviato a scopo valutativo. 
Non percepiamo alcun compenso dall'azienda per la recensione, che è frutto della nostra esperienza e opinione personale.

You Might Also Like

5 commenti

  1. Sembra bellissimo questo romanzo. Sono molto curiosa di scoprire di più, lo leggerò anch'io

    RispondiElimina
  2. Dalla vostra recensione mi avete incuriosita parecchio, sicuramente darò una possibilità di lettura a questo romanzo :)

    RispondiElimina
  3. Da voi sempre spunti interessanti non solo beauty ma anche letture affascinanti! Devo assolutamente leggerlo, curiosa!

    RispondiElimina
  4. Sembra un bellissimo romanzo, devo assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
  5. interessante questo romanzo,mi intriga molto ,devo assolutamente leggerlo

    RispondiElimina