Film

L'amore bugiardo (Gone girl)

13:14

Ecco a voi un'altra recensione :) Oggi vi parlerò del romanzo "L'amore bugiardo" di Gillian Flynn, autrice di thriller ben ideati e di gran successo (quest'ultimo infatti ha dato vita all'omonima pellicola cinematografica).


               


Si tratta di un thriller psicologico, per essere precisa, dove ogni cosa che sembra essere scontata risulta poi assolutamente imprevedibile. In poche parole la scrittrice riesce a mettere in crisi qualsiasi lettore in una vicenda che apparentemente risulta essere già chiara dal principio:
tutto ruota intorno ad una coppia sposata da cinque anni, la moglie scompare e tutti credono sia morta per mano del marito dal momento che il loro rapporto aveva cominciato ad incrinarsi. Ma Nick si mostra, al contrario, un marito d'oro nel tentativo di discolparsi e ritrovare la moglie. Tutto, però, sembra puntare a lui quale colpevole! E' grazie alla consueta caccia al tesoro, organizzata anno per anno dalla moglie Amy per il loro anniversario, che viene gettata una luce completamente diversa sugli avvenimenti. E da quel momento niente apparirà più come ci si aspettava..

Ovviamente non posso raccontarvi di più, qualora voleste leggere il romanzo per intero o godervi il film senza spoiler (dovrebbe essere molto fedele al romanzo, anche se non l'ho ancora visto).
Dunque vi parlerò un po' delle tematiche: al di là degli specifici riferimenti all'amore in tutte le sfaccettature (incondizionato, falso, opportunista, passionale o ossessivo) e alla fedeltà o tradimento, a mio parere ciò che lega tutto il romanzo e le sue vicende e che certamente rappresenta la tematica principale è la finzione.
E questo è il brano che meglio chiarisce tutto il presupposto su cui il romanzo è costruito:

"Non so se a questo punto siamo ancora umani, o almeno non so se la maggior parte di noi, cresciuta con la TV e i film e ora con Internet, lo sia. Se veniamo traditi, sappiamo cosa dire; quando muore una persona che ci è cara, se vogliamo fare i fighi o i saputoni o i deficienti, sappiamo cosa dire. Leggiamo tutti dallo stesso copione con le pagine piene di orecchie.
  In quest'epoca è molto difficile essere una persona, una persona reale e autentica anziché un fascio di tratti caratteriali selezionati da un generatore infinito di personaggi.
  E se tutti stiamo interpretando un ruolo, allora l'anima gemella non può esistere perché le nostre anime non sono vere.
  Niente sembrava più avere importanza, perché io non ero una persona vera e gli altri neppure. Ecco, ero arrivato a questo punto.
  E per sentirmi vero di nuovo avrei fatto qualunque cosa."

Dobbiamo pensare che queste parole vengono pronunciate dal protagonista, Nick, che in qualità di scrittore/giornalista amante della carta stampata vede nelle nuove tecnologie il nemico peggiore. Per di più riconosce quanto Internet, ancora di più che la TV, riesca ad influenzare l'opinione pubblica e a falsificare la realtà al punto tale da distorcerla completamente.
Ed è tutta qui, dunque, la critica dell'autrice ad un modo falso e bugiardo (la traduzione italiana del romanzo è perfettamente calzante da questo punto di vista): la gente crede a qualsiasi cosa venga loro propinata dai mass media e dai presentatori più convincenti. E in fondo non è così che funziona ormai il mondo?
La conseguenza a tutto ciò è la mancanza di autenticità nelle persone, è per questa ragione che Nick afferma di non essere una persona vera e di non vederne neanche accanto a sé. E' così che appare sempre assolutamente calmo e indifferente nei confronti di chiunque e qualunque situazione, è così che appare colpevole:

"Ho la capacità inquietante di trattenermi e tenere separati i pensieri: nella cantina della mia mente ci sono centinaia di bottiglie di rabbia, disperazione, paura, ma a guardarmi non lo si direbbe mai."

Che dire dunque? E' un romanzo inquietante, con personaggi psicopatici e sociopatici, calcolatori disinteressati delle terribili conseguenze delle proprie azioni.
Ma è estremamente geniale!! Forse non verrà difficile pensare quanto in fretta io l'abbia divorato, ma ne è valsa la pena (è stato un regalo molto molto gradito <3)

A breve vedrò anche il film e spero di farvi sapere qualcosa mettendolo a confronto con quanto letto. Vi lascio di seguito il trailer:



Se state cercando un romanzo da leggere tutto d'un fiato, questo potrebbe rientrare nella vostra scelta :)

Alla prossima recensione,
la Blu ;)




You Might Also Like

24 commenti

  1. Io adoro questo genere...dai tempi del liceo sono sicura di acquistarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora potrebbe essere una buona scelta per te :) :)

      Elimina
  2. ho apena letto la ragazza del treno, quindi questo credo che sarà il prossimo!!!!!

    RispondiElimina
  3. Non lo conoscevo e sembra essere interessante, da valutare come prossimo acquisto.

    RispondiElimina
  4. leggo molti thriller, questo sembra molto avvincente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora questo sono sicura che faccia proprio al caso tuo ;)

      Elimina
  5. Oddio, non è che sia un amante dei thriller... :/ Lo consiglierò ad un'amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad essere sincera neanch'io ma questo è davvero intrigante, da togliere il fiato :)

      Elimina
  6. Non lo conoscevo mi hai incuriosita molto :D anche se non sono un'amante di questo genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di leggerlo se ne hai l'occasione, ne vale la pena anche per i non amanti del genere :)

      Elimina
  7. Sembra il genere che piace a me. Grazie per la segnalazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere di averti dato uno spunto di lettura allora :*

      Elimina
  8. Non conoscevo questo libro, ma è il genere che più mi piace e mi ispira. Vorrei leggerlo anche io e ti faccio sapere che ne penso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo leggerai davvero sarei felice di condividere la mia opinione con te :)

      Elimina
  9. Quest'estate ti confesso che non ho un libro sotto l'ombrellone come al solito , magari faccio in tempo con questo titolo che hai suggerito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dai!! L'estate non è ancora finita ;)

      Elimina
  10. Come potrei non portarmi un thriller psicologico sotto l'ombrellone ?

    RispondiElimina
  11. Deve essere molto bello questo romanzo, mi incuriosisce, penso che lo leggerò anch'io

    RispondiElimina
  12. Io purtroppo con questo caldo faccio fatica anche a leggere..... non riesco a concentrarmi sulla lettura....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh potrebbe essere una proposta per una futura lettura invernale ;)

      Elimina